Go to Appearance > Menu to set Top Menu

Buoni Postali:il cointestatario può riscuoterli in assenza di erede

Buoni Postali Postali: il cointestatario può riscuotere anche in assenza degli eredi

La sentenza del 25-10.2017 della Corte di Appello di Milano ha statuito che il cointestatario di un buono postale fruttifero con clausola P.F.R. può riscuotere interamente il buono postale senza la denuncia di successione e senza la quietanza congiunta di tutti gli aventi diritto.

Si legge nella sentenza che:“ai buoni fruttiferi postali con clausola di pari facoltà di rimborso emessi antecedentemente all’entrata in vigore del D.M. 19.12.2000 debba applicarsi la disciplina contenuta nel D.P.R. n. 156/1973 e nell’art. 208 del regolamento di esecuzione del 1989. In applicazione della suddetta normativa, dunque, il rimborso del buono fruttifero non è subordinato ad alcuna particolare o specifica modalità di riscossione e consente al portatore e cointestatario del titolo, avvalendosi della clausola di pari facoltà di rimborso, di chiedere a vista all’ufficio postale di emissione il pagamento dell’intero importo del buono, comprensivo degli interessi maturati, senza che sia necessaria, anche nell’ipotesi di altro cointestatario del medesimo buono, la quietanza congiunta degli aventi diritto”

Richiedi la sentenza per esteso

Sii il primo a commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Guide

WhatsApp chat